Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Samsung Pride (grazie a tumblr)

Samsung_danceHO APPENA SCOPERTO l’orgoglio di Samsung, questa incredibile “danza” che un gruppo di performer musicali coreani fa grazie alla sponsorizzazione della Samsung prima delle partite di calcio. Notevole davvero, anche come esempio di viral marketing (volontario?).

Il punto, però, è che non l’ho scoperto girellando su YouTube (anche se poi il video, che originariamente avevo visto qui si ritrova ovviamente anche su YouTube, da preferirsi per via del link “embeded” nel corpo dei blog altrui), e nemmeno facendo un giro di feed rss o di blog di amici e conoscenti. No: è saltato fuori sul secondo blog (ma si chiama poi così?) di PlacidaSignora, cioè PlacidiAppunti, rapidamente definito come “cose che piacciono a me”. Il punto è che non si tratta davvero di un blog.

E’ un micro-sito Tumblr, cioè una cosa (per me) nuova. “Dentro” avevo già trovato ad esempio Phonkmeister, catepol 2.0 e puScic. Il fenomeno è totalmente citazionsta: una forma di short-blogging multimediale in cui si preferisce la citazione, l’haiku in outsurcing (mi autocito), il minimal bookmarking e altre dodici dannunziane creazioni linguistiche per definirlo che sono sicuro Luca Conti troverà declinando la locuzione bi-lemme “social media”.

In effetti, dopo aver visto che micro è bello (Google.com ha 4.800.000 ricorrenze del termine Tumblr e altri 1.710.000 della dizione completa Tumblelog), il trend di ibridare il contenuto dei blog non solo attraverso la conversazione di link e rimandi ma anche con l’incorporazione (vincente) di contenuti multimediali in forma di citazione, sottolineatura o semplicemente analogia, niente di meglio che seguire lo stile espressivo di Mauro e ascoltare le canzoni korean-pop gustando l’animazione qui sotto.