Successivo » « Precedente

Pissero

VOCABOLO DI DIFFICILE definizione. Viene dal fiorentino. Ci provano qui, con buona approssimazione e una sana dose di cattiveria (anche se nel femminile).


Money Quote: Il vocabolo pissera, insieme al suo corrispettivo maschile pissero, è un sostantivo di origine fiorentina, difficile da trovare nei dizionari, anche quelli che documentano i dialetti locali delle regioni. Nel vernacolo fiorentino la pissera è una donna insignificante, che staziona nei luoghi comuni, perbene ma in modo caricaturale. 

Lo spiego solo perché ogni tanto qualche amico non fiorentino si ricorda di avermelo sentito dire, e le definizioni sono un po' troppo ondivaghe.

Commenti

i significati sono variati e come in tutti i vernacoli, sono adattabili, e variano anche in base familiare o a seconda del quartiere. Comunque, al giorno d'oggi si puo' tradurre con
'benpensante', o anche direttamente come 'cretino che segue le tendenze' .
in genere definisce una persona con scarso spessore intellettule.

ie: quei pisseri del grande fratello, quei pisseri dell'isola dei famosi, etc.

"Dicesi pissera con valutazione negativa, la donna mediocre di ogni età, sposata o nubile, di solito non molto dotata fisicamente, la quale, aspirando ad essere considerata brava, s'impone comportamenti, modi, abbigliamento, scelte particolari, e si presenta come modello di virtù femminili, che possiede però solo in parte limitata. Allo stesso modo si conforma ai difetti apprezzati dalla società, della quale assume i gusti, esaltandoli nella mediocrità e combinandoli sapientemente». Carlo Lapucci, prefazione del libro "la pissera"

Scrivi un commento