Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Professioni del futuro: scanning books

VAI IN SOGGIORNO, prendi tutti i libri della tua libreria, li infili in uno scatolone e li mandi a scannerizzare. Il processo è veloce ma distruttivo. I libri poi non ci sono più. Ma almeno, hai la casa vuota e non corri il rischio che i bambini si facciano seppellire dai libri mentre provano a scalare gli scaffali della libreria.

L'idea è giapponese. Ottimo. Io lo farei subito. Solo, c'è una vocetta dentro di me, quando guardo i metri lineari di Urania e tutto il resto per cui pago l'affitto da alcuni decenni, che mi dice che è una stronzata. Eppure, un senso c'è. Bisognerebbe non distruggere i libri, forse, e scegliere quali conservare… In un formato "morbido", che può essere convertito facilmente e più volte per apparecchi diversi (e non solo una volta e per sempre, come pare di capire facciano a Tokyo).

Ne parla anche il New Yorker qui.